Ichthyophthirius multifiliis

Questa malattia si sviluppa per potenziale stress subìto dai pesci, ed i motivi possono essere diversi (brusco cambio di acqua, acqua troppo fredda, cambio di vasca con valori di acqua diversi, etc.) e non dimentichiamo mai che la prevenzione continua ad essere larma migliore per evitare linsorgere del problema.

Una vasca di quarantena risulta fondamentale tanto per allevare i pesci nel periodo iniziale, quando sono appena stati acquistati, quanto per curarli se malati.

Non andrebbe mai utilizzato alcun tipo di medicinale nella vasca principale, perché inevitabilmente va a distruggere anche parte della flora batterica utile, oltre che disturbare pesci e piante sani.

Esempio: prenderesti una pastiglia contro il mal di testa senza avere alcun male alla testa?!!!

Quindi, perché sottoporre a trattamento terapeutico tutti gli inquilini della vasca, anche quelli sani?!

Ho letto su diversi libri che in passato questo tipo di malattia veniva da alcuni curata con la termoterapia, sebbene possa risultare molto stressante per i pesci, ed applicabile solo con pesci non hanno problemi a sopportare le alte temperature.

Vero anche che le terapie con farmaci stressanti lo sono comunque.

Esistono comunque diversi farmaci in commercio, ma occorre fare sempre attenzione: in primo luogo essere certi di quale medicinale si va a somministrare ai pesci, non senza avere preventivamente chiesto parere ad un medico veterinario, per alcuni farmaci è obbligatoria infatti la prescrizione medico – veterinaria (come gli antibiotici, etc.).

Le cure fai da te a mio parere non sono affatto consigliabili; diluire ad esempio il blu di metilene in dosi di 1:100 (1 (tot) parte di blu di metilene con (tot) 100 parti di acqua).

Onestamente non so nemmeno, né altrettanto onestamente mi interess saperlo, se sia acquistabile in farmacia, con o senza ricetta, ma: il consiglio di un medico veterinario (lo ripeto sempre fino alla noia) può certamente soddisfare quelle richieste che saranno esaudite con informazioni di una persona competente.

Solitamente, a meno che il pesce non sia già particolarmente debilitato, lIchthyo non risulta quasi mai un problema grave, ma al contrario risolvibile, con cure mirate, senza pasticciare.

Ho provato questo prodotto, poi mi è stato consigliato questaltro perchè i pesci non erano guariti…

Lasciamo perdere, armiamoci di pazienza e cerchiamo, quando si presenta il problema, di agire con consigli mirati di persona competente. chi?! Bravi, il medico veterinario. Non abbiate paura a chiedere: domandare è lecito e rispondere è educazione.

Altro consiglio che ripeto sempre, che pochi ahimè ascoltano: la vasca di quarantena dovrebbe essere prevista nel budget a disposizione quando si acquista l’acquario, od almeno acquistarla prima dei pesci: prima si acquista una vaschetta di quarantena (30 litri circa sono sufficienti). dopo si acquistano i pesci!

Eseguire un qualsiasi trattamento farmacologico, curativo o preventivo che sia, nella vasca principale risulta devastante per lecosistema che si è venuto a creare con il tempo.


I laghi più belli e pericolosi al mondo

I laghi che state per vedere sono alcuni fra i più strani che abbiate mai visto. Non tutti sono adatti a una bella nuotata o alla pesca ma, senza dubbio, sono affascinanti da vedere e fotografare. Dagli strani e bollenti calderoni dacqua, alle bellissime onde rosa, questi laghi sono delle meraviglie della natura.

Laghi acidi del Vulcano Dallol Etiopia: Si trova in una delle zone più calde e inospitali del pianeta, in prossimità del Vulcano omonimo, nel nord-est dellEtiopia. Il colore unico di questi laghi è dato dalla concentrazione di vari minerali soprattutto zolfo e ossido di ferro.

Spotted Lake Canada: Lapparenza maculata di questo lago è dovuta allaltissima concentrazione di minerali diversi quali calcio, solfato di magnesio e solfati di sodio e, in quantità minori argento e titanio. Durante lestate la maggior parte dellacqua evapora, rivelando i colorati depositi dei minerali.

JellyFish Lake Palau: Questo lago, si trova in una delle isolette di Palau. E collegato al mare attraverso fessure e gallerie nel calcare di un antica barriera corallina. Abitato da milioni di meduse dorate, diverse dalle altre presenti nelle vicine lagune, e per questo, è uno dei siti più conosciuti dellisola dove praticare Snorkeling.

Boiling Lake Dominica: Si dice che questo lago sia in costante ebollizione e che le sue acque abbiano temperature talmente elevate da rendere difficile per chiunque misurarle.

Mar Morto Giordania: Sicuramente il lago più conosciuto fra quelli presentati. Si tratta di un lago salato, frequentato ogni anno da migliaia di turisti in quanto pare che le sue acque abbiano effetti benefici e curativi per la pelle e le articolazioni.

Erta Ale, Etiopia: Il vulcano Erta Ale è un vulcano sempre attivo, si trova nella Depressione di Danakil, o Afar, nellEtiopia nord orientale. Conosciuto localmente come la montagna fumante o la porta dellinferno, è uno dei posti sulla Terra più basso, più secco e più caldo. Quello che vedete nella foto è uno dei laghi di lava che si formano in prossimità di questo vulcano.

Lago Balkhash Kazakistan: La particolarità di questo lago è di essere costituito per metà da acqua dolce, nel suo lato occidentale e metà acqua salata, nel lato orientale e questo è possibile grazie a un piccolo stretto che divide le due metà. E un lago unico nel suo genere.

Lago Hillier Australia: Questo grande lago rosa è un lago salato che si trova nellAustralia occidentale. Stranamente, non si sa con certezza il motivo del suo colore. Lipotesi più accreditata è che sia colpa dei batteri che vi abitano ma ancora nessuna certezza.

Lago Nakuru Kenia: Grazie allabbondanza di alghe, questo lago è patria di migliaia di fenicotteri dalle gambe lunghe che rendono questo lago davvero affascinante.

Lago del Carbrook Golf Club Australia: Si tratta di un lago artificiale che si trova allinterno di un Golf Club australiano. La particolarità di questo lago è di essere abitato da 6 pericolosi squali che, in seguito a un alluvione, si son ritrovati al suo interno e ne hanno fatto la loro nuova casa.

Lago Natron Tanzania: Si tratta di un lago salino che deve la sua colorazione rosso scuro con striature bianche allaccumulo di sodio e strettamente legato ai cicli di evaporazione dellacqua. Le sue acque sono altamente caustiche e lunico animale che riesce a sopravvivervi è il fenicottero, dotato di particolari protezioni cornee su becco e zampe.

Lago Nyos Camerun: Questo lago si trova su una pianura vulcanica e in passato è stato un lago esplosivo. Infatti nel 1986 si è verificata un esplosione mortale, che ha ucciso oltre 1700 persone e 3500 animali.